Gallipoli

Antica Città Messapica, Gallipoli e il suo centro storico offrono una importante fonte di meraviglie architettoniche, come le stesse cinta murarie della città antica, di rilevanza storica.

La città fece parte della Magna Grecia, fin quando al fianco di Taranto e Pirro si scontrò con Roma, subendo una sconfitta che la relegò a colonia romana.
Agli inizi del Medioevo fu saccheggiata dai Vandali e dai Goti, e in seguito ricostruita dai Bizantini. Conobbe un periodo di floridezza sociale e commerciale grazie anche alla sua posizione geografica.

Diverse dominazioni si susseguirono e ognuna ha lasciato nella Città il proprio segno. Dai Normanni agli Angioini, dal Principato di Taranto alla dominazione veneziana, dagli spagnoli ai Borbone, entrando a far parte del Regno di Napoli. Fu infatti Ferdinando I di Borbone a costruire il porto che nel settecento divenne la più importante piattaforma olearia per il commercio di olio per lampade.
Successivamente, fu annessa al Regno di Sardegna con l’occupazione garibaldina.

Grazie al suo suggestivo centro storico, costituito da un intricato labirinto fatto di stradine tortuose, corti, bellissime chiese e palazzi storici, è una delle più ambite mete turistiche del Mediterraneo.

Architetture Religiose:
Basilica Concattedrale di Sant’Agata, costruzione barocca del XVII secolo.
Chiesa di San Francesco di Paola, edificata nel 1621 fece parte del convento dei Paolotti.
Chiesa di San Francesco d’Assisi, risale al XIII secolo.
Chiesa di San Domenico al Rosario, fu riedificata negli ultimi anni del XVII secolo.
Chiesa del Santissimo Crocifisso, eretta nel 1750 sui territori di proprietà dei Padri Domenicani.
Chiesa di Santa Maria degli Angeli, edificata nella seconda metà del 600.
Santuario di Santa Maria del Canneto, costruita nell’ultima metà del 600 su un preesistente edificio sacro del 1504.
Chiesa del Carmine, ricostruita nel 1836.
Chiesa Arciconfraternale della Santissima Trinità e delle Anime del Purgatorio, edificata tra il 1665 e il 1675, presenta un altare di oro zecchino del 1678.
Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, eretta tra il 1598 e il 1600, appartenente al soppresso monastero delle Clarisse fondato nel 1578.
Chiesa conventuale di Santa Teresa, costruita tra il 1687 e il 1690.
Chiesa dell’Immacolata Concezione, fu costruita tra il 1767 e il 1768.
Chiesetta di Santa Cristina, costruita nel 1607.
Chiesa di San Pietro dei Samari, antica costruzione bizantina, situata in aperta campagna a sud della Città.

Architetture Civili:
Palazzo Pirelli, costruito in stile barocco risalente al XVI secolo.
Palazzo Assanti-Aragona, appartenne ad una della più nobili famiglie del 1500.
Palazzo Specolizzi, appartenente ad una nobile e nota famiglia della Città.
Palazzo Tafuri, costruito con una squisita grazia barocca.
Palazzo del seminario, iniziato nel 1752 e terminato nel 1756.
Palazzo D’Acugna, di proprietà del condottiero Francisco Antonio de Acuña Cabrera y Bayona risale circa al 1500.
Palazzo Pasca, appartenne alla nobile famiglia Pernetta prima, e successivamente al canonico Francesco Pasca.
Palazzo Romito, riccamente decorato con busti di personaggi, colonne, contrafforti e con balconi in stile rococò.
Palazzo Briganti, fu costruito in due epoche diverse 1500-1700.
Palazzo D’Ospina, architettura civile risalente al XVII secolo.
Palazzo Fontana, commissionato nel XVIII secolo, rappresenta un significativo esempio del barocco presente in città.
Palazzo Vallebona, la costruzione iniziò nel 1930.
Palazzo Munittola, risale ai primi anni del XVII secolo.
Palazzo Rocci, sede del comune di Gallipoli, appartenne ad una delle famiglie più nobili del 1700.
Palazzo del Capitolo, del XVIII secolo.

Fontana Greca, si ritiene essere la più antica fontana d’Italia, costruita intorno al III secolo a.C.

Architetture Militari:
Castello Aragonese, o Castello angioino, sorto nel XIII secolo, è quasi completamente circondato dal mare. Nel 1522 venne costruita la cortina denominata Rivellino, staccata dal perimetro della fortezza e isolata nelle acque. Nella parte superiore della torre si trovano ancora le originarie catapulte e i cannoni usati per difendere la città.
Mura di Gallipoli, edificate a partire dal XIV secolo e ammodernate nel cinquecento in epoca spagnola.
Torri Costiere, sono quattro, costruite nel XVI secolo e volute da Carlo V: Torre del Pizzo, Torre San Giovanni la Pedata, Torre Sabea e Torre dell’Alto Lido.